News MasterClass: Interpretazione Lirica Direttoriale e Regia Coreografica per Cantanti

Il corso si rivolge  a cantanti lirici, che intendono approfondire e perfezionare la prassi di Interpretazione Lirica con direttore d’orchestra e la tecnica di Regia Coreografica, cercando di analizzare e risolvere i vari problemi associati ad essi.

Che cos’è l‘Interpretazione Lirica direttoriale: Un’Opera è un sistema molto articolato e complesso, che mette in campo la collaborazione di più figure: principalmente, il direttore d’orchestra, il regista e il cantante. Il direttore d’orchestra legge e interpreta la partitura da due punti di vista: quello musicale e quello drammaturgico. Il regista focalizza invece l’attenzione sull’azione. I cantanti, in una produzione, devono attenersi al taglio interpretativo apportato sia dal direttore che dal regista. Pertanto Il direttore d’orchestra ha un peso notevole nella preparazione di uno spettacolo lirico, non solo dal punto di vista musicale, ma anche da quello registico/drammaturgico, in quanto è in grado di seguire e di far emergere tutto quanto in partitura è già previsto. Il direttore deve quindi far maturare le intenzioni musicali dell’autore, facendo emergere il personaggio e dando vita all’intenzione artistica, che l’autore ha impresso nel brano. Il regista rende visibile tutto ciò con movimenti e tecniche di arte scenica e coreografica, mentre il cantante assimila, matura ed interpreta. Durante le lezioni verranno affrontate le seguenti tematiche: analisi, prassi esecutiva ed esecuzione di arie d’opera; lo studio dello stile, della tradizione e dell’interpretazione dei principali stili esecutivi, con particolare riferimento al rapporto con il direttore d’orchestra.

Che cos’è la ‘Regia Coreografica’: Questo metodo di lavoro è finalizzato a perseguire un’eccellente resa del cantante in scena, sia riguardo alla produzione di un’opera, sia che si tratti di un concerto o di un’audizione. Nel momento in cui il cantante si presenta sul palcoscenico, è in scena con tutto se stesso e la resa finale è una somma di elementi di tecnica vocale, interpretativa, posturali e di presenza scenica strettamente connessi tra loro. Il corso mira ad insegnare un metodo che può essere, in seguito, applicato autonomamente dall’artista ogni volta che deve calcare la scena. Si affronterà la relazione che intercorre tra interprete e personaggio, la costruzione psicologica del carattere e dell’assetto fisico, attraverso l’uso dei segnali espressivi e sensitivi a disposizione: la potenza dello sguardo, la plasticità del gesto, i movimenti del corpo, la posizione sulla scena, la scelta delle traiettorie lungo quali muoversi. Se i segnali espressivi sono ben bilanciati tra loro, risultano fluidi e in perfetta relazione con la narrazione musicale, l’interesse dello spettatore è continuo, e il l’interprete risulta vincente in scena, avendo acquisito il dominio delle proprie potenzialità.

Repertorio:  I cantanti partecipanti sono invitati a proporre una o più arie/duetti del repertorio lirico o liederistico a propria scelta., dal periodo barocco a quello contemporaneo, scelti preferibilmente tra quelli che esprimono un preciso stato emozionale del personaggio o della situazione.

TUTTE LE INFORMAZIONI IN PDF:

Laboratorio di Interpretazione Direttoriale e Regia Coreografia 2018 – Regolamento

Scheda di Adesione Laboratorio di Interpretazione Direttoriale e Regia Coreografica